Come nascono i bambini, mamma?
Papà, perché la zia ha il pancione?
Chi mette i bambini nella pancia delle loro mamme?
Se c’è una domanda che i bambini vorrebbero farci, quella relativa al loro concepimento è una delle più frequenti. Ma spesso noi non sappiamo cosa dire. Abbiamo inventato cavoli e cicogne, api fiori e pollini. Eppure è così semplice. Per i piccolissimi, io nel mio libro: Così sei nato tu (Erickson ed.), attraverso la voce e le parole di una mamma, lo racconto così:

C’era un tramonto rosa, un abbozzo di luna, una brezza che ci accarezzava la pelle…
E il tuo papà aveva occhi innamorati e brillanti che a me sembravano due stelle.
Gli ho sussurrato “Questa sera mi sento immersa e circondata dall’amore
perché tutto risplende di una luce speciale e a me batte forte forte il cuore…”.

Allora lui mi ha presa per mano e mi ha sdraiata sopra un letto di erba e fiori,
quindi ha cominciato a baciarmi e abbracciarmi e il cielo è diventato di mille e più colori…
Poi si è spogliato e anche a me tutti i vestiti ha tolto, e mi ha stretta, amante e innamorato…
Io ero la nave, lui il mare che mi cullava tra le onde,lento, forte e un po’ agitato…

…In quel movimento ho sentito che l’amore era più grande di noi due, era ancor di più,
così in quell’istante l’ho capito: forse con me e con lui c’eri anche tu…
Sei stato concepito in quella notte quando tutto era perfetto e noi siam diventati mamma e papà.
Prima eravamo uomo e donna, ora con te siam genitori, ed è speciale questa felicità!

Quella notte il papà dentro alla mamma come un giardiniere il suo seme ha piantato,
poi quel seme nel ventre della mamma un piccolo uovo ha incontrato…
Toc toc? Sulla porta dell’uovo il seme ha bussato ed è stato fatto entrare:
questo è stato il primo istante di un viaggio lungo nove mesi che nella nostra vita ti ha fatto arrivare…

Cosa avete provato a leggere queste parole? Sono estratte da una storia in rima che racconta il concepimento e la nascita come eventi centrali di una grande storia: quella di mamma e papà. Sinceramente non so perché tanti tra noi adulti si sentono imbarazzati e affaticati da un racconto che – quando viene fatto in modo veritiero, dolce e poetico – affascina e incanta ogni piccolo ascoltatore.
Molti bambini raccontano che i genitori sono riusciti a spiegare come un figlio esce dalla pancia della mamma. Però quasi nessuno riesce a raccontare come ci sono entrati dentro quella pancia.
A voi quando eravate figli, cosa hanno raccontato? Ed ora che siete genitori, come avete affrontato la questione?